185. I vos e l’oroch

Di Gianni Delorenzi

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Quando si arriva alla ricorrenza dei morti è il momento della memoria. Capita anche che nella nostalgia si culli la speranza che qualcuno di caro intraprenda un ritorno impossibile. Dall’interno di un muro dentro casa il Professore sente uno strano ticchettio, come di un anello senza dito che con il suo picchiare mandi da oltretomba un messaggio di speranza. Spavento, angoscia, paura anche di perdere il lume della ragione. Chi sarà? 

Lo scoprirete nel 185esimo episodio dell'originale radiofonico Semm ammò chì.

Produttrice: Francesca Giorzi
Regia: Flavio Stroppini