Tra Vaud e Valais: storia, buon vino e bagni termali

a cura di Elizabeth Camozzi

venerdì 03/11/17 09:05

Un viaggio inter-cantonale, un viaggio seduttivo: ci si lascia coccolare con un ottimo bicchiere di vino e poi ci si lascia avvolgere dalle calde acque di spumeggianti bagni termali. Ma andiamo per gradi.

Anzitutto raggiungiamo il Canton Vaud, dove di fronte ai Dents-du-Midi, sorge il paradiso delle vigne e del vino: Yvorne. Un paesino formato da circa 1100 abitanti situato nella Regione dello Chablais, che affonda le sue radici già in età romana quale punto di passaggio della Via Francigena. Il nostro percorso si snoda tra le diverse zone del villaggio con l’agronomo Christian Bernasconi, ripercorrendo man mano anche la sua storia grazie allo storico Christian Schülé.

 

La seconda tappa ci porta invece a Saillon, nel Canton Vallese, in un paesino costituito di poco più di 2000 abitanti situato nel distretto di Martigny. Anche questo comune vanta una sua tradizione viticola, ma soprattutto è amato per il suo centro storico a carattere medievale e per i suoi bagni termali, conosciuti sin dall'epoca romana per le proprietà benefiche restituite dalle acque iodate del fiume Salentse. Ci racconta tutti i dettagli pratici Kevin Quattropani, presidente de “I Borghi più belli della Svizzera" di cui Saillon fa parte.

Europa League, forza Lugano!

Seguici con
Altre puntate