Il paradiso di Cuno Amiet

In diretta dal Museo d’arte di Mendrisio, con Carlotta Moccetti

venerdì 17/11/17 16:05
Il Bucato (Die Wäsche), Cuno Amiet (1868-1961)
Collezione privata
1904, olio su eternit, 92.5 x 100 cm Il paradiso di Cuno Amiet 17.11.17

Cuno Amiet è tra le personalità più rappresentative dell’arte svizzera della prima metà del Novecento, probabilmente dopo Hodler la più conosciuta. Partito giovanissimo in compagnia di Giovanni Giacometti alla volta di Parigi e poi della Bretagna, si farà conoscere per le sue straordinarie qualità di colorista.

Amiet si ritrova presto nel cuore delle nuove tendenze francesi, tra simbolisti e neoimpressionisti, ma pochi anni dopo anche tra i fondatori, con Kirchner, Heckel all’origine dell’espressionismo tedesco.

Per gran parte della sua vita dipinge nella campagna bernese, a Oschwand, in un ambiente agreste dove figure, paesaggi, gli stessi interni e le nature morte, riportano sempre alla mente un’impressione di paradiso terrestre.

La rassegna del Museo d’arte di Mendrisio, composta da circa settanta dipinti e una sessantina di opere su carta, ricostruisce il lungo e ricchissimo percorso pittorico di Amiet.

Estate 2018

Seguici con
Altre puntate