((c) Ticino Top Ten)

Un ponte tra sogno e realtà

In diretta da Curzútt, con Isabella Visetti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
 

Il ponte tibetano Carasc che attraversa la Valle di Sementina aperto nel maggio dello scorso anno sta riscuotendo un grandissimo successo ed è diventato un’importante attrattiva turistica della regione. Promotore del ponte è la Fondazione Curzútt-S. Barnàrd nata nel 1998 con l'obiettivo di dare nuovamente vita al nucleo rurale sopra Monte Carasso, che era abbandonato da anni. Un obiettivo raggiunto, che con la costruzione del ponte sospeso nel vuoto a 130 metri di altezza ha avuto il suo coronamento. Le strutture ricettive di Curzútt stanno raccogliendo i frutti, ma le ricadute positive si riscontrano anche per tutta la regione a destra del fiume Ticino, perché il ponte permette di unire Curzútt alla Via delle Vigne sulle colline di Sementina e Gudo e di vivere un territorio dal paesaggio incantevole e ricco di testimonianze architettoniche.