Non faccio più fotografie quando vado in vacanza. Capita solo a me?

Con Daniele Oldani

martedì 01/11/16 09:00

Fino a qualche anno fa scattare una foto in vacanza faceva parte di un rito. Ci si metteva in posa, si riprendevano paesaggi, emozioni e volti. Poi, una volta a casa arrivava finalmente il momento di sviluppare il rullino per vedere i risultati. Foto mosse, foto cariche di memoria, foto indimenticabili. E ora? Con l’avvento degli smart-phone tutto è cambiato e fare una fotografia è semplice e normale come bere un bicchiere d'acqua.
Eppure, forse per reazione, qualcuno decide di non fare più fotografie in vacanza, di dare più valore alla memoria visiva, di vivere intensamente i momenti senza mettersi in posa.
Succede anche a voi? E perché?

 

 

Riascolta alcuni frammenti della trasmissione.

Quirino Gianoli, pensionato

 

Claudio Visentin, Scrittore, esperto di viaggi e turismo, professore all’USI

 

David Schnell, fotografo

 

Francesca Rigotti, filosofa, docente alla facoltà di scienze della comunicazione dell'USI

 

Prova a chiedermelo: Speciale nonni & nipoti

Seguici con