Giornata d’azione della salute mentale (1./2)

"Parlarne. Trovare aiuto"

  • Condividi
  • a A

La salute psichica dipende dall’equilibrio fra le nostre risorse e le fonti di stress. Una situazione di emergenza, come quella che stiamo vivendo attualmente a causa della pandemia di COVID-19, può compromettere la nostra stabilità emotiva. Uno Oggi si dedica alla Giornata d’azione della salute mentale voluta dal Consiglio federale per, “sensibilizzare la popolazione sui temi della salute mentale, far cadere i tabù e de stigmatizzare la ricerca di aiuto, far sapere alle persone dove possono ricevere un aiuto concreto quando le risorse si esauriscono e/o non possono contare su alcuna rete sociale” . 

Problemi finanziari, perdita del lavoro, solitudine, ritiro sociale, conflitti familiari, sono tutti fattori che minano la nostra vita. Ma in questa Giornata nazionale vogliamo chiederci se sia azzardato dare una lettura positiva di questa pandemia e se si possa parlare anche di effetti benefici sulla psiche. Dedicheremo inoltre una pagina speciale agli effetti dell’emergenza sugli adolescenti. Sono infatti i giovani a pagarne il prezzo più alto: loro, che dall’oggi al domani si sono trovati prigionieri tra le mura domestiche in un momento esistenziale in cui è fondamentale sperimentare le relazioni e i contatti sociali nel mondo.

Ospiti:

Sara Fumagalli, Primario Clinica Santa Croce di Orselina

Fabio Mazzola, apprendista ottico

Mattia Antonini, psicologo dell’infanzia e dell’adolescenza

Manuel Rossello, docente di italiano alle scuole medie di Pregassona