(iStock)

Il ritorno a scuola, anche per i docenti

Con Elena Caresani e Nicola Colotti

  • Stampa
  • Condividi
  • a A
Il ritorno a scuola, anche per i docenti

Il ritorno a scuola, anche per i docenti

Con Elena Caresani e Nicola Colotti

 
 

Da lunedì prossimo riaprono le scuole in Ticino, così come in altri cantoni (Friburgo, Ginevra, Nidvaldo e Vaud). Il ritorno in aula è sempre un momento particolare per allievi e famiglie, ma lo è anche - e soprattutto, verrebbe da dire - per i docenti, senza i quali la scuola non potrebbe esistere. Sono migliaia gli insegnanti di ogni ordine e grado che già nelle ultime due settimane hanno ripreso ad oliare i meccanismi di una macchina complessa, tanto più sollecitata nel suo funzionamento a causa della pandemia. Tuttavia, come ha ribadito recentemente il Direttore del DECS Mauele Bertoli, "è nostra intenzione riprendere la scuola nel modo più normale possibile, limitando restrizioni e misure particolari al minimo". Non l'impegno dei docenti invece, che rimane al massimo. Ed è giusto che alla vigilia di un giorno così importante come il primo giorno di scuola, si dia voce anche a loro.

Ne parliamo con:
Andrea Martignoni
, docente di Storia al Liceo, già docente al DFA
Tiziana Zaninelli, caposezione dell'Insegnamento medio del Canton Ticino
Claudia De Gasparo, direttrice delle Scuole medie di Camignolo
Lara Pfyffer Gianocca, direttrice delle Scuole medie di Caslano
Clarissa Gianinazzi, docente di Scienze della scuola media