Martedì 11 ottobre 2016

Amelia Rosselli, Antonella Anedda-Angioy allo Studio 2 RSI di Lugano - Besso, dalle 18:00

Martedì 11 ottobre 2016, allo Studio 2 RSI di Lugano - Besso, dalle 18:00

 

Partendo dai versi di Amelia Rosselli analizzeremo i corto-circuiti di una poesia in cui la geometria dialoga con il delirio anche a fronte di uno slittamento dell’io nel sogno e nell’insonnia, nella regola e nell’emozione. Come in Emily Dickinson e Sylvia Plath, non a caso tradotte da Rosselli, anche la sua opera si nutre di una luce slant, obliqua, la cui incandescenza non esclude, ma contempla il rigore coniugando letture diverse e lontane: da Jacopone a Rimbaud, da Hopkins a Campana. 

 

Seguici con