Il Gran Consiglio in attesa di essere, forse, rivoluzionato (©Ti-Press)

Un mese al gran "reset"

Arrivano da oggi, lunedì 23 marzo, per la prima volta, le schede del voto per corrispondenza

lunedì 23/03/15 10:17 - ultimo aggiornamento: lunedì 23/03/15 10:20

Novanta seggi per novanta deputati. Questi sono i numeri del parlamento di Bellinzona, dove siede il Gran Consiglio. È in questa sala che si esprime il delicato equilibrio tra i partiti in Ticino. Sì, perché qui conta soprattutto il colore di chi è eletto. Nel 2011, nella passata tornata elettorale, all’interno dell’emiciclo si era deciso uno spazio corrispondente a 23 seggi PLR, 21 della Lega, 19 PPD e 14 socialisti. A questi si aggiunsero: 7 dei Verdi, 5 dell’UDC e 1 seggio al Movimento per il socialismo. La situazione potrebbe però essere stravolta da qui a un mese.

 

Il pannello online sul nostro sito che mostra l'andamento dei candidati eletti (Newsdesk)

 

Il 19 aprile, infatti, sapremo chi sarà eletto nell’Esecutivo, ovvero i cinque consiglieri di Stato e, il giorno successivo, sarà la volta dei 90 gran consiglieri.  In entrambi i casi potrete seguire l’evoluzione del vostro voto in tempo reale nel nostro sito web. Minuto per minuto saprete infatti i nomi dei candidati più votati e di quelli che, sulla base della legge, risulteranno eletti. Chi saranno questi eletti? A partire da oggi, lunedì 23, con l’arrivo delle schede per il voto per corrispondenza, sarà ogni cittadino a deciderlo. Gli elettori “indecisi” sono, come sempre, l’ago della bilancia. Esprimono il loro voto all’ultimo minuto, ma non senza informarsi per bene. Un riscontro a quanto andiamo dicendo pare arrivare proprio dalla piattaforma Smartvote, dov’è possibile conoscere, rispondendo a una serie di domande, quale sia il candidato più in sintonia con le proprie idee: sono ormai 10’203 le raccomandazioni di voto emesse finora (lunedì 23 marzo alle 9.30): 5240 per il Consiglio di Stato e 4963 per il Gran Consiglio.

Provare per decidere!

px/m.c.

Seguici con