Sharon Bernardi (RSI)

Cara colonna, ti scrivo .....

Quando l'ambiente riesce a far breccia nel dibattito politico

08:05 di mattina, entrata autostradale di Mendrisio. 08:30 uscita di Lugano-nord. 25 minuti di macchina per percorrere meno di 23 chilometri. E' ordinaria amministrazione per i pendolari: coda dopo coda abbiamo imparato che il lunedì si va più spediti, idem quando c'è bel tempo -e gli scooter escono dai garage - meglio ancora se le scuole sono chiuse. Fermo in colonna puoi guardare i graffiti sotto il ponte di Penate a Mendrisio e per pensare che ... è sempre stato cosi. Ma la politica cantonale se n'é accorta tardi.

50 sfumature di verde

Ingorghi, traffico frontaliero, car sharing, capannoni, cementificazione, inquinamento. Non c'é partito o movimento che si sia tirato indietro. Tutti, sotto elezioni, hanno un'anima verde, non ancora annerita dai gas di scarico. L'era dell'inerzia sembra passata. E questo dopo alcune scoperte, che poco hanno di sensazionale: l'aumento del traffico sull'A2 in territorio di Grancia (70mila veicoli e passa ogni giorno) o l'alto numero di parcheggi abusivi.

... che non siano solo tatticismi pre-elettorali

Dici ambiente e ora intendi soprattutto tassa di collegamento, quella sui posteggi di Zali. Al di là di ogni valutazione sull'efficacia, ha avuto il pregio di far discutere, coinvolgendo anche l'economia: è stata sia terreno di scontro politico sia ideologico. Si o no ad un’altra tassa? E il potenziamento del trasporto pubblico dove lo metto? In Parlamento è stata approvata solo nel principio, gli approfondimenti rinviati al dopo-elezioni. Chissà se e cosa sopravviverà di questo confronto. Intanto ha già fatto andare a braccetto i Verdi ed il ministro leghista del territorio, riuscito comunque in un sol colpo a smarcarsi dal precedente capo del dipartimento Borradori e dal collega Gobbi.

Chissà se l'interesse per l'ambiente sarà tale anche il 20 di aprile.

Cara colonna, niente di personale .... ma se te ne andassi non ti rimpiangerei.

Sharon Bernardi