Elezioni 2011: le percentuali dei singoli partiti in ciascun comune (Newsdesk/pix)

Il Ticino di quattro anni fa

Ecco, comune per comune, dove le singole forze si sono rivelate le più votate

Le elezioni cantonali del 2011 segnano un punto di svolta: per la prima volta, nella storia politica ticinese, è uscito un cantone nel quale, a dominare a livello comunale, non sono i partiti storici, ma la Lega. Il movimento di Giuliano Bignasca ottiene il maggior numero di voti quasi dappertutto: nella cartina soprastante il viola si impone da sud a nord con percentuali che, per esempio, a Certara superano il 60%.

Unica grande eccezione il Bellinzonese e parte delle Tre Valli dove a dominare è sempre il colore blu. La capitale e i comuni circostanti, seppure in modo nettamente inferiore al passato, sono rimasti fedeli al PLR.

Nel trend generale cantonale e regionale a farsi notare sono quei comuni nei quali la maggioranza relativa appartiene ad altri partiti: una macchia di arancione qua e un po' di rosso là. Uno sguardo alle mappe vi darà un quadro di concentrazioni e maggioranze. Il punto di partenza per le elezioni del prossimo aprile 2015.