Le mappe per capire: il numero di candidature divise per partito e per comune (Newsdesk/px)

Lugano, roccaforte per tutti

Il numero di candidature a confronto, comune per comune e divise per partito - GALLERY

Sulla base della mappa generale dei candidati (comune per comune) ecco il "filtro" dei partiti diviso su più mappe. Il risultato è quasi una "fotocopia" del lavoro precedente. Per fare questo confronto, sono stati presi i partiti di governo (Lega, PS, PPD, PLR), aggiungendo i Verdi e La Destra, tenendo conto delle candidature sia per il Consiglio di Stato sia per il Gran consiglio. Quest'ultima raccoglie i partiti UDC, Area Liberale e Unione democratica federale.

Nessuna sorpresa di come la "roccaforte" per tutti questi partiti sia sempre e comunque Lugano che, nella graduatoria del numero di candidati, è sempre al primo posto. Il risultato non sorprende, perché già in una mappa precedente si era visto come, tra tutte le candidature non divise per partito, la città del Sottoceneri era quella con il numero più alto di candidati.

Un'altra graduatoria curiosa che si può stilare, anche se poco significativa dal punto di vista elettorale, è la classifica (divisa per partito) del numero di comuni con un numero di candidati superiore a uno: 20 comuni per il PS, 18 per La Destra, 17 per PLR e Lega dei Ticinesi, 15 per il PPD e i Verdi. Dal punto di vista dell'"estensione" sul territorio, il primato va al PPD, che si "prende" (sempre a livello di candidature) i comuni con la superficie più estesa, come ad esempio la maggior parte dei comuni dei distretti di Blenio, Riviera e Leventina.

px