La salviamo noi la lingua italiana

Italiano: lingua di frontiera

Progetto promosso da RSI, Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, in collaborazione con il DECS e il Percento culturale di Migros Ticino

L'italiano in Svizzera, è opinione di molti - semplici cittadini, intellettuali, docenti, politici italofoni - va difeso. Sia denunciando situazioni sensibili - dismissione baluardi dell'italianità - che dimostrandosi proattivi: lanciando proposte, costituendo gruppi di interesse. Per esempio: www.forumperlitalianoinsvizzera.ch.

Il progetto "Italiano: lingua di frontiera" non nasce, però, sottoforma di rimostranza, di ricatto verso le altre regioni linguistiche del Paese.

Se, da una parte, l'italiano, lingua nazionale iscritta nella Costituzione, è maltrattato/abbandonato nella scuola d'oltre Gottardo (per tacere della scarsa rappresentanza italofona nell'amministrazione federale), dall'altra, anche noi Svizzero italiani - per invertire la tendenza -  dobbiamo metterci in gioco.

Quanto amiamo e sosteniamo con i fatti la lingua che parliamo? Perché solo da qui può partire una vera, coesa, difesa dell'italiano. Se è valore condiviso.

"Italiano: lingua di frontiera" nasce, quindi, anche dalla volontà di stimolare il dibattito nella Svizzera italiana. Da settembre 2014, stiamo alimentando la discussione sull’italiano attraverso programmi diversi e complementari. Quali?

RETE UNO

Il pubblico che di seguito si scopre essere quello mirato - pur se l'attenzione verso altre categorie anagrafiche non viene mai meno - è quello dei giovani.

Suscitare, o re-suscitare, interesse per l'italiano agli occhi dei giovani, è conditio sine qua non per accendere un dibattito che abbia respiro, prospettiva, futuro.

Gli adulti (politica, interessi convergenti) possono, oggi, difendere l'italianità, ma saranno i giovani italofoni svizzeri, confrontandosi in un dialogo tra pari, educando i loro figli, a determinare, domani, se l'italiano nel nostro Paese vive - e con quale dignità - o muore.

RETE TRE

  • "DO YOU SPEAK ITALIAN?": indagine briosa, con il contributo degli ascoltatori: "Come sta l'italiano nella CH – I?"

  • "POME LIBERO": alla scoperta – senza pregiudizi - dell'italiano ai tempi degli sms, della chat, di fb e what’s app

  • "RADIO PEO"

  • "BADI COME PARLA": un'occasione per fare il punto sulle condizioni dell'idioma di Dante nella Svizzera di oggi.

  • Il quiz delle 12.15. A dicembre. "Come si dice?".

 

TELEVISIONE

S-QUOT

  • S*Frontaliers: sketch a tema italiano realizzati per la stagione 2014/2015. La classe di scuola media in studio parte da ciò che viene detto nella clip da Bussenghi & Bernasconi (indizio) e gioca con le infinite possibilità che la nostra lingua offre.

  • #gergiogiovane: reportages realizzati nella scuola media in collaborazione con Ufficio Insegnamento Medio Cantone Ticino. Linguaggio giovane, parlato e scritto (sms, chat, fb, what’s app).

  • S-Quot, dal 19 novembre 2014 al 4 febbraio 2015, trasmette gli sketch del DVD "FRONTALIERS: QUI SI PARLA ITAGLIANO".

  • PEO

WEB/SOCIAL

 

DVD "FRONTALIERS: QUI SI PARLA ITAGLIANO!"

Da martedì 9 dicembre 2014, in vendita a 10.- per beneficenza in tutte le filiali di Migros Ticino e agli sportelli dei comuni di Poschiavo, Brusio, Bregaglia, Castaneda, Soazza e Roveredo.

8 sketch + 9 EXTRA.

Bussenghi & Bernasconi, giocando su un registro comico noto al pubblico insubrico, innescano interrogativi intorno allo stato di salute della lingua italiana. La colonna di auto in dogana diventa classe a cielo aperto.