Fondo per l'italiano in Svizzera

Un progetto nato dalla generosità della nostra gente

ITALIANDO. DI COSA PARLIAMO?

Invitiamo a casa nostra giovani delle altre regioni linguistiche e offriamo loro l'opportunità di imparare la nostra lingua, praticare sport e scoprire il nostro magnifico territorio. L'esperienza "Italiando" dura sette giorni. Si può selezionare la settimana che meglio soddisfa le esigenze del partecipante e della famiglia. I ragazzi possono scegliere di raggiungerci in primavera, in estate e in autunno.

Due i campi base: Centro Sportivo nazionale di Tenero e Centro Gioventù+Sport di Bellinzona. Nel 2016, 2017 e 2018 abbiamo proposto una quota d'iscrizione dimezzata grazie al sostegno dei partner organizzatori*: 250 CHF al posto di 500 CHF. Dal 2019, grazie al successo dei corsi, è l'Ufficio federale della cultura che finanzia la quota di iscrizione.

 

Settembre 2014

Tre partner svizzero italiani – *RSI Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, DECS Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport del Cantone Ticino e Percento culturale Migros Ticino – decidono di unire le forze per promuovere la lingua italiana e l'italianità in Svizzera. Il sud del Paese si attiva per richiamare l’attenzione su valori identitari svizzeri quali plurilinguismo e multiculturalità. Viene lanciato il progetto “Italiano: lingua di frontiera” e avviata la campagna di comunicazione. Parte una raccolta fondi legata alla vendita del DVD “Frontaliers – qui si parla itaGliano”. Il DVD finisce nelle mani di 40'000 persone nella sola Svizzera italiana.

Marzo 2015

Nasce il “Fondo per la promozione dell’italiano in Svizzera”. Nel triennio 2016, 2017 e 2018 finanzierà corsi di “italiano & sport” a Tenero e Bellinzona.

Gennaio/Febbraio 2016

Parte la campagna promozionale per sensibilizzare l'opinione pubblica svizzera e la scuola romanda, romancia e svizzera tedesca.

Parallelamente, parte una campagna di informazione nella Svizzera italiana. Obiettivo? Ringraziare tutti coloro che acquistando il DVD “Frontaliers – qui si parla itaGliano” hanno reso possibile tutto questo. È arrivato il momento di ricordare dove i soldi generosamente spesi dalla popolazione vanno a finire.
Il DVD era stato messo in vendita nelle filiali Migros Ticino e agli sportelli dei principali comuni del Grigioni italiano nei mesi di dicembre 2014 e gennaio 2015. Avevamo, da subito, annunciato che i ricavi netti sarebbero stati utilizzati per promuovere la lingua italiana in Svizzera.
A marzo 2015, in occasione di una serata pubblica al Palazzo dei Congressi di Lugano, i partner RSI, DECS e Percento culturale Migros Ticino comunicano ufficialmente i beneficiari del Fondo: 1'500 giovani svizzeri, futuri promotori della nostra regione linguistica nel resto del Paese.

Estate/Autunno 2016, 2017 e 2018

Come nei patti, 1500 ragazzi svizzeri frequentano i corsi di "Italiando" al Centro Sportivo nazionale di Tenero e al Centro Gioventù+Sport di Bellinzona. Il Progetto vive.

Sommerprogramm_2019_Bellinzona.pdf  

Dicembre 2019

RSI, DECS e Percento culturale Migros Ticino ricevono risposta positiva alla richiesta di finanziamento per l'anno 2019 inoltrata all'Ufficio federale della cultura. Esaurito il "Fondo per l'italiano in Svizzera" creato con il DVD dei Frontaliers, per poter andare avanti, era necessario un aiuto esterno. Siamo fieri di avere saputo adempiere alle richieste dell'Ufficio federale della cultura e siamo consapevoli che questo finanziamento pubblico ci vincola a un impegno da assolvere con professionalità e trasparenza.

Dicembre 2020

Il finanziamento da parte dell'Ufficio federale della Cultura viene confermato anche per l'anno corrente.