(Fonte: V. Vicari)

Alma Chiesa (1900-1988)

 

Alma Chiesa nacque a Lugano il 20 agosto del 1900, figlia della maestra Corinna Chiesa-Galli (1878-1947) e di Francesco Chiesa (1871-1973), scrittore e direttore della Biblioteca cantonale di Lugano, sorella maggiore di Cino Chiesa (1905-1971), architetto ticinese.

Prima allieva diplomata della Scuola per infermiere pediatriche del Nido d’Infanzia nel 1930, Alma Chiesa assunse la responsabilità dell’Esposizione circolante di puericultura, un servizio attivo in Ticino dal 1923, nato per volontà della Pro Juventute come strumento di lotta all’alta mortalità infantile registrata in quegli anni. Per oltre vent’anni, Alma Chiesa diffuse nozioni di igiene infantile e di alimentazione neonatale alle madri delle zone più discoste del Cantone. Parallelamente, si dedicò alla propaganda della puericultura intervenendo a programmi radiofonici dedicati al pubblico femminile.

Abile e apprezzata scrittrice, nel 1935 pubblicò il manuale È nato un bambino e in seguito si dedicò con passione alla scrittura, redigendo libri di narrativa per l’infanzia. Proprio in questo ambito fu invitata a parlare al terzo Congresso delle donne svizzere di Zurigo nel 1946, dove si recò in rappresentanza del Ticino insieme a Adriana Ramelli, Marta Vinassa, Iva Cantoreggi, Elena Hoppeler-Bonzanigo, Elsa Franconi-Poretti e Cornelia Rossi Pianca.

All’inizio degli anni Cinquanta, portò a termine la sua attività di infermiera itinerante cedendo il testimone ad altre infermiere del Nido d’Infanzia. Vinta la lotta alla mortalità infantile, il servizio fu poi soppresso con l’entrata in vigore della Legge per la protezione della maternità, dell’infanzia, della fanciullezza e dell’adolescenza del 1963 che istituì i poliambulatori profilattici materni e infantili.

Dopo un’esistenza dedicata alla salute dell’infanzia ticinese, Alma Chiesa si spense a Lugano il 12 novembre 1988.

 

Biografia redatta da Manuela Maffongelli nell'ambito del progetto "Tracce di Donne". 
© 2014 AARDT – CH 6900 Massagno

 

Fonti e bibliografia