(Fonte: RSI, Teleteca)

Gabriella Antognini (1910-1988)

 

Gabriella (Gaby) Antognini nacque il 13 marzo 1910 a Vairano in una famiglia contadina. Dopo aver ottenuto la licenza di scuola elementare iniziò subito a lavorare come contadina fino al 1930 quando entrò in fabbrica in qualità di operaia non qualificata.

La guerra civile spagnola la colpì molto e con la sorella Maria mantenne i contatti con i combattenti ticinesi in Spagna e fece da tramite con le loro famiglie. La Seconda Guerra mondiale la vide invece impegnata ad aiutare chi fuggiva dai campi di raccolta e i fuoriusciti provenienti dall’Ossola. Corrispose con molti degli internati i quali spesso sulla via dell’Italia si rifugiarono da lei. L’aiuto prezioso nel nascondere i rifugiati, i partigiani o i fuorusciti le causò diversi problemi con le autorità.

Le difficoltà riscontrate nel lavoro operaio e contadino la spinsero a lottare per migliorare la situazione dei lavoratori. Fece parte sin dalla sua fondazione nel 1944 del POCT-PdL e nel 1963 entrò nella direzione di partito, divenne in seguito membro del Comitato Cantonale e della neo costituita Commissione Cantonale di Controllo di cui fu anche presidente.

Gaby Antognini s’impegnò molto per l’ottenimento del diritto di voto delle donne e nel 1971 divenne la prima donna ad entrare in Consiglio comunale a Locarno, nonché la prima rappresentante femminile del PdL a far parte di un legislativo comunale ticinese. Nelle elezioni successive fu rieletta e restò in carica per diciassette anni.

Durante gli anni a servizio del cittadino si mostrò sempre pronta a lottare per i più poveri, i deboli e le persone in difficoltà. Aveva un carattere forte ed era molto decisa e critica, ma ricca di altruismo.

Gaby espresse la sua militanza politica e le sue idee anche su Il Lavoratore, dove furono pubblicati i suoi articoli fin dal 1946.

Si dedicò al volontariato presso la Croce Rossa e la Società dei Samaritani dell’Autolettiga locarnese e divenne membro di comitato di quest’ultima negli anni Ottanta. Fu anche membro di comitato dell’Associazione inquilini di Locarno.

Dopo breve malattia spirò il 23 novembre 1988.

 

Biografia redatta da Arianna Clerici nell'ambito del progetto "Tracce di Donne".

© 2017 AARDT – CH 6900 Massagno

 

Fonti e bibliografia