Allenatori a confronto
Allenatori a confronto (Ti-Press)

Derby ticinese per lanciare la stagione

Al via la LNB di unihockey con la sfida Verbano - TIUH

La stagione 2016-17 di Lega Nazionale B di unihockey inizierà sabato alle 14h30 con il derby tra Verbano e Ticino Unihockey, partita in programma alla palestra Gottardo del Centro Sportivo di Tenero. Per i primi si tratterà del debutto nella serie cadetta, dopo la promozione ottenuta al termine del campionato 2015-16, mentre per i secondi sarà la sesta annata in questa categoria. Obiettivi diversi, ma per entrambe le compagini la voglia di iniziare con il piede giusto è tanta.

L'allenatore del TIUH Luca Tomatis ha voluto cambiare stile di gioco per centrare la qualificazione ai playoff: "L'idea è di mantenere maggiormente il possesso della pallina per comandare di più il gioco. I risultati, sono convinto, non tarderanno ad arrivare", ha detto.

"La prima partita è sempre complicata. È un derby con tante questioni dietro che non centrano con l'unihockey giocato e che renderanno la partita particolare. Stiamo lavorando per puntare ai playoff" Luca Tomatis

Tre gli stranieri ingaggiati, due dei quali più costruttori di gioco che scorer. Secondo il coach "Mikael Karlsson ha abituato un po' tutti ad aspettarsi parecchi punti ed è anche un realizzatore. Matti Vapaniemi è conosciuto per la propria capacità al passaggio, mentre Fredric Gustavsson è un po' una scommessa. Un paio di anni fa era ad altissimi livelli, poi si è un po' perso. Lo stiamo ricostruendo. Potrebbe diventare uno scorer".

Il Verbano dal canto suo dovrà fare i conti con il cambio di categoria. Per il tecnico Gianluca Prato ad essere diverso sarà "il ritmo, l'intensità e probabilmente, visto che siamo una squadra molto giovane, l'aspetto fisico durante gli incontri. Questo sarà il nostro tallone d'Achille iniziale".

"Giocando un derby, il pensiero di essere in un'altra categoria non è molto presente perché tutti sono concentrati sulla vittoria" Gianluca Prato

La rosa dello scorso anno è stata riconfermata, ma la società è intervenuta a livello di import. Ha riconfermato gli attaccanti Ales Zalesny e Niklas Nordh, ed ha messo sotto contratto Jarmo Eskelinen. "Abbiamo trovato un nuovo straniero, che con i suoi 34 anni ha una buona esperienza internazionale e ha già giocato nella serie A svizzera. È il nostro punto di riferimento. Con gli altri due dovrà trainare i giovani nella direzione giusta. Per quanto riguarda l'organico ticinese, essendoci anche il Ticino Unihockey il bacino è un po' ristretto, quindi abbiamo promosso i nostri e li abbiamo inseriti in prima squadra. Il 70-75% proviene dal settore giovanile del Verbano", ha spiegato l'allenatore.

Condividi