In festa con la nazionale
In festa con la nazionale (Keystone)

"La passione è arrivata un po' per caso"

Il giovane ticinese Yuri Solcà racconta l'esperienza in Nazionale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Cuore, passione e sudore sono ingredienti perfetti per la ricetta sportiva di Yuri Solcà. Difatti lo sport ha sempre fatto parte della famiglia di Yuri, con madre ginnasta e papà calciatore, il giovane ticinese ha però trovato tante soddisfazioni nella pallacanestro. Cresciuto nel Vacallo, Yuri è poi passato a giocare a Massagno. Il talentuoso 19enne ha però dovuto fare i conti con un brutto infortunio ad anca e ginocchio dovuti ad un scontro durante un'amichevole. Yuri non ha però perso la fiducia e, grazie al duro lavoro svolto a casa e durante le sessioni di fisioterapia, è arrivata la chiamata in rossocrociato.

La Nazionale mi ha dato una grande iniezione di fiducia e sicuramente tanta motivazione. Yuri Solcà

Il giovane della SAM si concentra ora sul futuro, infatti volerà dritto in una scuola del Nord Carolina dove potrà concentrarsi sulla pallacanestro svolgendo lavori specifici. "Sarà sicuramente un buon anno per lavorare su di me, magari in situazioni che qua in Svizzera non si trovano", afferma il 19enne. Yuri Solcà ha quindi le idee ben in chiaro e intanto aspetta solo la prossima chiamata dalla Nazionale svizzera.

 

 

Condividi