Subito sotto i riflettori (Ti-Press)

"Col Lugano c'è già un gran feeling"

È notevole l'entusiasmo in casa bianconera per l'arrivo di Janko

martedì 06/02/18 20:23 - ultimo aggiornamento: mercoledì 07/02/18 12:53

di Marcello Ierace

Una transazione decisamente difficile e complicata, ma anche una grande sfida. La soddisfazione nella dirigenza bianconera è palpabile per aver portato a Cornaredo un giocatore come Marc Janko, uno che, per dirla con il presidente Angelo Renzetti, "non c'entra niente con le nostre possibilità economiche". Per capirci, il "Cobra" si porta in dote un palmarès di quelli impressionanti: tre volte campione in Austria col Salisburgo di Trapattoni, vincitore di coppe in Olanda (Twente) e Portogallo (Porto), miglior giocatore del campionato australiano con la maglia del Sydney e ovviamente dominatore in Svizzera ai tempi del Basilea.

"Già l'anno scorso, quando abbiamo giocato a Basilea, gli avevo chiesto per scherzo se veniva da noi... E adesso eccolo qui!"

Angelo Renzetti

"La società ha colto quest'importante opportunità di poter mettere sotto contratto un giocatore di caratura internazionale - ha spiegato Renzetti nella conferenza stampa di presentazione del giocatore - Anche perché abbiamo avuto una possibilità di pagamento a lungo termine. Non avevamo mai fatto trasferimenti di questo tipo, è stata una buona esperienza. Mi piacciono queste imprese!". Ora che c'è, bisognerà inserirlo in squadra. "Non abbiamo fretta e dovremo farlo con 'grano salis' - ha continuato il presidente - Dovremo stare molto attenti di evitare che succeda come con Marzouk, subito buttato nella mischia e poi abbiamo visto i risultati... Ci sono grandi aspettative, ma bisogna essere consapevoli che avrà bisogno del suo tempo per acclimatarsi. Ho visto molto entusiasmo e questo è importantissimo".

Soddisfazione anche da parte del giocatore, che si è tolto di dosso il periodo opaco (forse l'unico della sua carriera) passato con la maglia dello Sparta Praga. "Ho subito avuto un'otttima impressione, sono felice che alla fine siamo riusciti a trovare un accordo - ha commentato lo stesso Marc Janko - Ho colto un grande feeling fin dal primo secondo, il Lugano mi dà l'idea di una grande famiglia. La squadra, poi, ha un grande potenziale. Le aspettative non mi spaventano: in tutte le mie recenti avventure sono stato confrontato con le stesse situazioni. Spero di diventare il prima possibile una parte importante della squadra. Io non sono una star, le vittorie si raggiungono solo con l'apporto di tutta la squadra".

"Vincere contro il Basilea è stato importantissimo. Ma le prossime due partite saranno delicatissime, perché gli avversari del Lugano staranno molto attenti"

Marc Janko

Seguici con