Ormai definitivamente irraggiungibile (Keystone)

Col pieno d'agonismo ma senza il Mondiale

Era dall'edizione del '58 che l'Italia non mancava la qualificazione

lunedì 13/11/17 22:41 - ultimo aggiornamento: mercoledì 15/11/17 00:04

L'ultimo Mondiale senza l'Italia è stato quello del 1958 in Svezia, vinto dal Brasile di Pelé. Il prossimo sarà quello del 2018 che si giocherà in Russia la prossima estate. Dopo la sconfitta per 1-0 rimediata a Stoccolma, la selezione di Ventura non è infatti andata oltre lo 0-0, nonostante il grande agonismo messo in campo a San Siro.

In una partita nervosa sin dalle prime battute, condita da interventi al limite e da vivaci proteste provenienti da entrambe le parti, le migliori occasioni del primo tempo sono comunque capitate sui piedi di Immobile e Florenzi, i quali fra il 40' e il 44' hanno messo tre volte in seria difficoltà la difesa scandinava.

Un'acrobazia di Florenzi ha fatto gridare al gol al 53', ma si è spenta di poco al lato del palo della porta difesa da Olsen. Poi nemmeno il doppio cambio operato da Ventura al 63' - dentro El Shaarawy e Belotti - e l'assalto finale con la salita in attacco di Buffon, che ha poi annunciato l'addio alla Nazionale, hanno cambiato le cose.

Oltre al numero uno, hanno ufficializzato l'addio alla Nazionale anche altri due senatori: De Rossi e Barzagli. Rimane incerto il futuro del ct Ventura e del presidente della FIGC Tavecchio, il quale si è preso due giorni per poter gestire la difficile situazione dopo il tracollo azzurro.

 

 

 

Seguici con