Dopo cinque anni con i giovani del Basilea, il 51enne ha accettato una nuova sfida
Dopo cinque anni con i giovani del Basilea, il 51enne ha accettato una nuova sfida (Keystone)

"Con i professionisti si lavora sul mentale"

Il Magazine con Jörg Stiel, dalla sfida a Maradona al nuovo progetto Xamax

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Jörg Stiel, uno dei portieri che hanno fatto la storia del calcio svizzero (21 selezioni in Nazionale e titolare a Euro 2004), ha lasciato le giovanili del Basilea per andare a occupare il ruolo di preparatore degli estremi difensori dello Xamax: "Dopo cinque anni al San Giacomo con i giovani, avevo voglia di svilupparmi ulteriormente. Il potenziale del progetto neocastellano è molto elevato e oltretutto ora lavoro con portieri professionisti, adulti, dove il lavoro mentale è ancora più importante. Un aspetto che ha influenzato in maniera determinante la mia scelta. Qui non ci sono così tanti collaboratori, quindi bisogna occuparsi di più aspetti, ci sono meno passaggi all'interno dello staff".

Wettingen-Napoli è stato uno dei grandi momenti della mia carriera: ho sfidato Maradona Jörg Stiel

Il 51enne elvetico in carriera ha giocato anche in Messico: "In Svizzera per me le porte erano chiuse, così ho detto al mio procuratore di cercarmi qualcosa in Cile, visto che col San Gallo avevamo fatto lì un campo d'allenamento. Alla fine è arrivata questa proposta dal Toros Neza, e ci sono andato. A 25 anni è stata un'esperienza fantastica sotto tutti i punti di vista".

Non è una posizione semplice essere il numero 2 o 3, anche in Nazionale Jörg Stiel
 
Condividi