Il tripudio al triplice fischio

La Svizzera conquista un posto in Russia

L'Irlanda del Nord mette i brividi ma agli elvetici basta il pareggio

domenica 12/11/17 19:50 - ultimo aggiornamento: lunedì 13/11/17 12:24

dall'inviato a Basilea Silvio Reclari

La prossima estate ci saremo anche noi! E sarà la quarta volta di fila, come in precedenza era accaduto solo più di 60 anni fa (tra il 1930 e il 1954). In un San Giacomo addobbato a festa (con 35'000 e più bandierine rossocrociate sventolanti) e inzuppato dalla pioggia, la Nazionale ha sofferto molto di più di quello che era lecito attendersi, ma è comunque riuscita a completare il lavoro: già vittoriosa 1-0 a Windsor Park, alla selezione di Petkovic è bastato chiudere sullo 0-0 il ritorno contro un'Irlanda del Nord decisamente più brillante per garantirsi la qualificazione ai Mondiali di Russia 2018.

Le due squadre si sono affrontate a viso aperto sin dal calcio d’inizio e la partita è stato un susseguirsi di azioni e occasioni. A partire meglio è però stata la compagine di O’Neill, che dopo nemmeno 3’ si era già fatta vedere tre volte dalle parti di Sommer, costretto a togliere la palla dall’incrocio sul gran sinistro di Brunt. Malgrado qualche difficoltà nel controllo del gioco, gli elvetici hanno avuto più di un’opportunità per portarsi in vantaggio, ma Seferovic di testa non ha inquadrato lo specchio della porta al 5’ e McGovern ha salvato alla grande su Zuber e Shaqiri poco prima della mezzora.

La pausa è servita per mettere un po' di ordine e difatti la Nazionale è ripartita meglio, senza però riuscire a trovare la rete che avrebbe chiuso ogni discorso. Con il passare dei minuti poi la tensione è cresciuta a dismisura in casa rossocrociata, anche se Sommer non è praticamente mai stato sollecitato. Nei minuti finali i nordirlandesi si sono gettati in avanti, scoprendo il fianco, ma Seferovic si è mangiato un gol a tu per tu con McGovern beccandosi i fischi del pubblico spazientito. Con lo striscione del traguardo ormai in vista, i britannici hanno avuto l'ultimo sussulto per prolungare la sfida, ma sull'uscita a vuoto del nostro portiere al 92' Rodriguez ha salvato sulla linea, blindando di fatto la qualificazione rossocrociata.

 

Seguici con