L'imprenditore a Cornaredo
L'imprenditore a Cornaredo (Ti-Press)

Novoselskiy: "Continuiamo a lavorare insieme"

Il russo si dice dispiaciuto del mancato acquisto del Lugano, ma la porta resta aperta

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'affare è sfumato, il Lugano non diventerà russo. A spiegare le ragioni del mancato accordo è stato lo stesso imprenditore Leonid Novoselskiy: "Stavamo lavorando per accogliere un gruppo di investitori, ma c'è stata qualche incertezza che non ha permesso di chiudere l'affare. Non sono deluso ma dispiaciuto perché si è fatto tanto lavoro in questo senso, ma penso che potrà servire per il futuro". Il magnate non scomparirà però, anzi rimarrà impegnato nel club come aveva fatto sinora: "Resto azionista di minoranza e continueremo a lavorare insieme, in particolare nel settore giovanile".

Adesso Angelo è libero di fare quello che vuole, per il futuro la mia porta è aperta Leonid Novoselskiy
 
Condividi