Sempre grande intensità
Sempre grande intensità (rsi.ch)

Ad Ambrì c'è tanta voglia di battere il Bienne

Cereda non scopre ancora le carte sui 4 stranieri che giocheranno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Luca Steens

Buonumore ma anche tanta concentrazione sugli esercizi da svolgere venerdì mattina alla Valascia nell'ultimo allenamento prima di un weekend tosto che per l'Ambrì propone la trasferta a Bienne (dove l'HCAP non vince dal 1o dicembre 2015 e sette incontri) e la partita casalinga con il Friborgo. Alla sfida coi Seeländer Bianchi e compagni ci tengono parecchio, anche perché sono gli unici assieme allo Zugo a non essere ancora stati battuti in questo campionato dai biancoblù, e allora per questa settimana il problema di tenere i piedi per terra non c'è stato. "Stiamo lavorando bene e questa è la cosa che ci rende più contenti", ha confermato Cereda.

Cinque stranieri in ballottaggio, decideremo solo domani mattina Luca Cereda

Squadra che vince non si tocca? Il coach leventinese non ha intenzione di stravolgere le linee, ma non per forza la formazione sarà la stessa vista nell'ultimo vincente weekend. D'Agostini si candida per affiancare Kostner e Bianchi, e a quel punto o Lerg o Plastino dovranno lasciare spazio al numero 36. Kubalik e Novotny sembrano invece per ora inamovibili. Incir dal canto suo è tornato ad allenarsi al 100% col gruppo, anche se con la maglia rossa dell'"intoccabile".

Andiamo a Bienne per far bene, per portare la nostra identità, poi la sconfitta fa parte di una sfida sportiva Luca Cereda

I terzetti d'attacco: Hofer, Novotny, Lerg; Rohrbach/D'Agostini, Kostner, Bianchi; Zwerger, Müller, Kubalik; Lauper, Goi, Mazzolini (Kneubühler, Incir).

Le coppie di difesa: Plastino, Ngoy; Fischer, Guerra; Fora, Jelovac; Dotti, Kienzle (Moor)

Assenti: Pinana, Trisconi (inf.)

 

 
Condividi