I due grandi protagonisti
I due grandi protagonisti (Keystone)

Doppio Lapierre, il Lugano fa il break

Bianconeri sul 2-0 contro il Friborgo grazie anche a Merzlikins

Alla prima occasione il Lugano ha fatto il break nel quarto di finale contro il Friborgo. Andando a vincere per 5-2 alla BCF Arena in gara-2 i ticinesi si sono portati sul 2-0 e giovedì alla Resega avranno l'occasione di mettere una seria ipoteca sul passaggio del turno.

Formula vincente non si tocca e così Ireland ha riproposto il 2+2, lasciando nuovamente in tribuna Klasen ed Etem. Unico piccolo ritocco rispetto a gara-1 Fontana, in squadra al posto di Zorin. I bianconeri hanno saputo contenere la pressione iniziale del Gottéron ed al 4'17" hanno aperto le marcature con Sannitz, abile a deviare al volo un appoggio di Furrer dalla blu. I padroni di casa hanno continuato a premere, ma gli ospiti li hanno contenuti bene, senza mai rischiare troppo. Il raddoppio, al 18'56", l'ha firmato Lapierre, ben liberato davanti alla porta da Hofmann.

Un fortunoso gol di petto di Marchon al 21'29" ha lanciato nel migliore dei modi il periodo centrale per il Friborgo. La partita si è fatta più dura, più combattuta, più da playoff insomma. Merzlikins, poco prima di metà incontro, con uno strepitoso intervento ha tenuto a distanza il Gottéron, poi nuovamente punito da Lapierre, stavolta a 40" dalla seconda sirena. Il capitano bianconero ha dimostrato tutta la sua furbizia utliizzando la schiena di Brust come sponda per infilare il disco del 3-1.

Due grandi parate di Merzlikins hanno aperto il terzo tempo, nel quale il Lugano è poi andato sul 4-1 al 46'04" con Johnston in powerplay (prima rete in bianconero per il canadese). Birner, quando correva il 49'44", ha ridato qualche speranza al pubblico di casa, poi però definitivamente ammutolito da Ulmer a porta vuota al 58'43".

 

 

 

 

 

Condividi