Combattivi ma battuti (EQ Images)

La Svizzera si arrende anche alla Cechia

Karjala Cup, i rossocrociati pagano le troppe penalità

venerdì 10/11/17 16:39 - ultimo aggiornamento: venerdì 10/11/17 22:57

Seconda partita e secondo ko per la Nazionale svizzera alla Karjala Cup, questa volta per 3-2 per mano della Repubblica Ceca. Dopo aver pagato le parecchie penalità già nel primo match contro il Canada, sono bastati 26'' ai rossocrociati per finire con l'uomo in meno (fuori Baltisberger) e subire così in boxplay la rete del vantaggio di Gulas. A 14'' dalla prima sirena è arrivato anche il raddoppio ceco (ancora in superiorità numerica) firmato da Radil che però non ha tagliato le gambe agli uomini di Fischer. Gli elvetici hanno infatti reagito al 22'50'' con Haas, bravo ad aggirare la gabbia e ad infilare il puck alle spalle di Mazanec. Alla marcatura di Kubalik (biancoblù in prestito al Plzen), che ha permesso ai cechi di allungare al 12'52'' (nuovamente in powerplay), ha risposto Ambühl nel periodo conclusivo, dando però solo l'illusione della rimonta alla Svizzera.

Nel prepartita i giocatori sono stati protagonisti di un siparietto alquanto insolito, visto che hanno dovuto raggiungere la pista principale (la Hartwall Arena di Helsinki) con l'ascensore, dopo aver effettuato il riscaldamento sul ghiaccio di un impianto situato al di sotto del principale.

Nell'altra sfida di giornata, la Svezia ha sconfitto per 2-0 il Canada, grazie al doppio sigillo di Lindholm.

 

 

Seguici con