Già fondamentale
Già fondamentale (Keystone)

Marco Müller è un tuttofare su cui puntare

Nella settimana del Lugano in luce Josephs e Carr; fatica invece Connolly

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

di Ariele Mombelli

Una settimana in chiaroscuro, sia in termini di punti che di prestazioni. È quella che ha vissuto il Lugano, capace di ottenere con una certa facilità il suo quarto successo consecutivo martedì in casa contro il Langnau, prima di uscire sconfitto venerdì sera da Friborgo in una serata in cui non ha particolarmente brillato. Paradossalmente però è proprio la trasferta alla BCF Arena che ha certificato la crescita dei bianconeri delle ultime settimane. Nonostante una prestazione sottotono, fatta eccezione per il primo periodo, la squadra di Gianinazzi è rimasta in partita fino all'ultimo. Sarebbe stato lo stesso ad inizio stagione?

*** Marco Müller: è il migliore per distacco della settimana appena conclusa, e probabilmente il giocatore più completo a disposizione di Gianinazzi. Oltre ad essere l'unico a trovare il modo di superare Hughes a Friborgo, il numero 10 ha rappresentato una costante minaccia anche contro il Langnau, nonostante non sia stato premiato con il gol. Ma i 16 punti in 18 partite potrebbero comunque lanciarlo nella stagione più produttiva di sempre.

** Josephs: la scelta di rispedire Bennett con i Rockets ha fatto storcere il naso ai più, ma Josephs ha risposto alla fiducia concessagli da Gianinazzi sul ghiaccio con prestazioni di assoluto livello. In pista in qualsiasi situazione con grande energia, martedì ha trovato il gol in shorthand che ha affossato le speranze di rimonta del Langnau. Nella linea completata da Morini e Gerber si trova a meraviglia.

* Carr: il lungo periodo di inattività dovuto alla commozione cerebrale portava con sé logicamente dei dubbi, ma il canadese nel giro di tre partite li ha già sciolti. In attesa di una condizione fisica migliore, il Lugano ha in casa uno tra i migliori scorer del campionato. In settimana ha ripreso a segnare, la speranza per i bianconeri è che sia solo il primo di una lunga serie.

- Connolly: possiede numeri di gran classe, come peraltro ampiamente dimostrato nel corso della stagione, ma questa settimana si perde in giocate fine a se stesse e controproducenti per la squadra. A Friborgo, forse, soffre oltremodo l'assenza accanto a lui dell'infortunato Arcobello. Due partite no ci stanno, ora deve rialzarsi.

 
Condividi