Non è ancora finita la lotta
Non è ancora finita la lotta (Keystone)

Niente è perduto per le ticinesi

L'Ambrì ci è andato vicino, mentre il Lugano può ancora reagire

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'Ambrì ieri sera ha dimostrato carattere e fiducia nei propri mezzi, ma ciò non è bastato per rompere la striscia negativa e tornare a vincere un incontro nei playoff. Le velleità degli uomini di Cereda si sono scontrate con uno Jonas Hiller in stato di grazia, ma i leventinesi sanno di dovere fare di più per rendergli il lavoro diffiicile. "Abbiamo fatto ancora troppo poco davanti a lui - ha affermato il capitano Elias Bianchi - Dovremo cercare di lavorare di più per bloccargli la visuale".

Dovremo cercare di portare la fortuna dalla nostra parte. Siamo vicini al Bienne Elias Bianchi

In casa Lugano non si può invece parlare di prestazione di carattere dopo l'opaca sconfitta casalinga. I bianconeri sono stati domati dallo Zugo senza alibi, ma nulla è ancora definitivamente perso. "Siamo due a zero per lo Zugo, ma passa il turno chi ne vince quattro - ha affermato Sébastien Reuille - Non hanno vinto niente, siamo ancora in gioco".

 
Condividi