Un roster più ampio da gestire
Un roster più ampio da gestire (Ti-Press)

"Più stranieri? Un vantaggio per i giovani"

Il coach del Lugano Chris McSorley va controcorrente a Tempi Supplementari

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Numero di stranieri, nuova stagione e rotazione degli assistenti. Chris McSorley sta ricaricando le batterie in Canada ma a Tempi Supplementari ha voluto dire la sua sui temi più caldi del momento. "Credo che l'aumento degli stranieri gioverà ai giovani - ha spiegato il coach del Lugano - migliore è una squadra, migliore è la piattaforma per lo sviluppo dei ragazzi che si affacciano in prima squadra. I giovani dovranno lavorare sodo per migliorarsi e adattarsi ai nuovi standard richiesti. Le squadre ogni sera avranno bisogno di nuovi elementi per sopperire a infortuni e squalifiche... starà ai giovani farsi trovare pronti".

"La rotazione degli assistenti proposta dal Rapperswil aprirà una nuova era - ha invece dichiarato l'allenatore canadese cambiando tema - aprirà la via al futuro nonostante sia un concetto che esiste da tempo. Al Lugano abbiamo un sistema simile per quel che riguarda lo sviluppo degli skills e indubbiamente integrare diversi livelli di formazione con la prima squadra non può che giovare al club. Sia il GM Domenichelli che il CEO Werder condividono questa visione, perché mette tutti in una situazione win-win".

Se non sei in NHL, la Svizzera è il posto migliore dove giocare Chris McSorley

Il tedesco Michaelis al Langnau

Il Langnau ha ingaggiato il nazionale tedesco Marc Michaelis per la prossima stagione. Il 26enne attaccante ha giocato nelle ultime otto annate in Nordamerica, chiudendo la parentesi oltreoceano in AHL con la maglia dei Toronto Marlies (5 gol e 8 assist e in 22 partite). In passato ha anche giocato in NHL con 15 presenze coi Vancouver Canucks.

 
 
Condividi