Ed ora si va a Herning a sfidare la Finlandia
Ed ora si va a Herning a sfidare la Finlandia (Keystone)

Un compitino svolto con grande maturità

Con la pista gremita di bambini Untersander trova il terzo gol consecutivo

dall'inviato a Copenaghen Federico Fiorito

Game Winner: Costretta a battere una Francia tutta chiusa davanti al proprio portiere Hardy, la Svizzera ha il merito di attaccare con insistenza fino al 2-0 e mettere la partita sui binari giusti già nel primo tempo. Gli altri due periodi vengono giocati giustamente a un ritmo da allenamento per preservare le energie e ciò nonostante la sfida finisce 5-1. Una buona prova di maturità.

Top Player: Trova il terzo gol dopo essere andato a segno contro Russia e Svezia. Untersander è un giocatore un po’ enigmatico nello scacchiere di Fischer, però ha certamente il pregio di vedere molto bene la porta. In una partita che sul piano delle individualità in pista offre proprio poco, va a lui la menzione per la costanza dimostrata nelle ultime tre partite.

Timeout: Nei match che chiamano poco pubblico capita spesso qui a Copenaghen di vedere il terzo anello della Royal Arena gremito di bambini e ragazzini delle scuole. Così succede anche oggi e, nei molti momenti obiettivamente noiosi del confronto, si ha almeno la possibilità di gustare la perpetua festa sugli spalti dei giovani spettatori neutrali.

Condividi