Un sogno che per qualcuno diventerà realtà
Un sogno che per qualcuno diventerà realtà (Keystone)

Brasile, Germania ma non solo...

Tante e tutte ben attrezzate le aspiranti al titolo mondiale in Russia

Sarà ancora una volta un Mondiale di grandi stelle, questo di Russia, ma sarà anche una sfida tra fantastiche corazzate. Da giovedì sera si alzerà il sipario sulla ventunesima edizione della Coppa del Mondo di calcio che il prossimo 15 luglio ci svelerà quale sarà la squadra a succedere alla Germania. Ma chi sono le grandi favorite di questo appuntamento iridato? Per prime non si possono non citare quattro delle ultime cinque vincitrici, ovvero Francia (trionfatrice nel 1998), Brasile (2002), Spagna (2010) e Germania (2014). Nel novero manca ovviamente l'Italia, campione del 2006, ma grande assente stavolta.

Di queste la più completa appare senza dubbio la Seleçao, che forse mai come stavolta ha, oltre allo stellare fronte d'attacco guidato da Neymar, anche una retroguardia di assoluta eccellenza con il portiere Alisson reduce da una stagione incredibile al pari di Marcelo, il quale ha da poco festeggiato con il Real Madrid il suo ennessimo successo continentale. Su solidità e abitudine al successo fondano le proprie basi Spagna e Germania, mentre Francia e Argentina hanno nel reparto offensivo i rispettivi punti di maggiore forza.

Ma c'è anche una discreta schiera di outsider, ruolo questo che però nella storia dei Mondiali non ha mai riservato trionfi finali. Tra questi vi è la giovane Inghilterra, il talentuoso Belgio, i campioni d'Europa del Portogallo capitanati da Cristiano Ronaldo, e anche Uruguay e Croazia, le quali possono contare su eccellenze di prima grandezza come Cavani, Suarez, Modric e Rakitic. Poi c'è un sogno a tinte rossocrociate, anche se l'utopia in questo caso va un po' troppo oltre la realtà. Ma i sogni son belli proprio perché possono anche essere impossibili...

Condividi