Con il presidente russo Vladimir Putin
Con il presidente russo Vladimir Putin (Keystone)

"Due anni fa la FIFA era morta, ora è viva"

Gianni Infantino soddisfatto del suo primo periodo da presidente

"La FIFA era un'organizzazione clinicamente morta il giorno della mia elezione. Oggi, dopo due anni, è diventata un'organizzazione viva, piena di gioia, di passione e con una visione per il futuro". Gianni Infantino ha stilato un bilancio decisamente positivo di questo suo primo periodo alla testa della Federcalcio mondiale, durante il congresso che si sta svolgendo a Mosca. Fondamentale, dopo gli scandali emersi nell'ultimo periodo, è stato il lavoro sulla trasparenza nei flussi finanziari. "Il lavoro non è ancora finito, ne sono pienamente cosciente", ha specificato il vallesano davanti ai 210 delegati presenti in rappresentanza delle diverse federazioni, annunciando poi che presenterà una sua candidatura alle prossime elezioni del 2019.

Sono fiero di quanto è stato fatto per rendere la FIFA un'organizzazione sempre più aperta e democratica Gianni Infantino

L'introduzione del VAR e il passaggio dal 2026 ad una Coppa del Mondo a 48 squadre sono senz'altro le misure di maggior evidenza approvate sotto la presidenza Infantino. Ora però ci si vuole concentrare su una vera "rivoluzione del sistema dei trasferimenti per mettere fine a quest'immagine piuttosto negativa del calciomercato - ha continuato il capo della FIFA - e soprattutto per proteggere i giocatori e i club formatori. Perché altrimenti la formazione dei talenti si troverà in grande difficoltà in futuro".

Condividi