Il bernese
Il bernese (rsi.ch)

"Bisognerà conoscere al meglio la neve"

Beat Feuz non ha potuto studiare perfettamente la pista

Sono passati ormai quattro giorni dal rinvio della discesa olimpica e Beat Feuz non vede l'ora di poter scendere finalmente in pista a PyeongChang: "L'attesa sta veramente diventando lunga, tra un po' non sapremo più cosa inventare per far passare il tempo in albergo. D'altra parte il vento rende tutto davvero molto complicato, speriamo almeno di poter tornare in pista oggi per allenarci e trovare il ritmo".

È fondamentale riprendere il contatto con la neve Beat Feuz

Le condizioni, che cambiano inoltre ogni giorno, non sono dunque ideali per poter preparare al meglio la gara: "Non è stato possibile studiare le linee oppure preparare in modo ottimale la strategia di gara. Fondamentale dunque sarà avere bene in mente le condizioni della pista e che tipo di neve avremo sotto gli sci quando saremo al via", ha concluso il bernese.

 
 
Condividi