Freuler si riscatta ed esulta per il gol
Freuler si riscatta ed esulta per il gol (Keystone)
Serbia
2
Svizzera
3
  • 26' Mitrovic
  • 35' Vlahovic
  • 20' Shaqiri
  • 44' Embolo
  • 48' Freuler
Tabellino Risultati e classifiche

Serbia stesa pure stavolta, andiamo agli ottavi!

Al termine di una partita pazza la Svizzera si impone per 3-2 e passa il turno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

dall'inviato in Qatar Silvio Reclari

Più forti delle assenze, più forti degli errori e di nuovo più forti della Serbia! Nonostanze avesse a disposizione due risultati su tre e malgrado i forfait dell'ultimo minuto di Sommer ed Elvedi, la Svizzera non ha fatto calcoli e al termine di una partita coraggiosa ma anche un po' pazza è riuscita nuovamente ad avere la meglio sui balcanici. A Kaliningrad quattro anni fa era finita 2-1 tra mille polemiche, questa volta allo Stadium 974 a garantirci un posto negli ottavi di Qatar 2022 (martedì sera al Lusail Stadium contro il Portogallo) è stato un 3-2 dalle mille emozioni.

Per raccontare tutto quello che è successo nel primo tempo non basterebbero probabilmente tre articoli. Fallita una doppia occasione dopo neanche 30", la Nati è passata a condurre al 20' con Shaqiri, smarcato dall'ottimo Sow dopo un cross di un indiavolato Rodriguez. Niente aquilotti questa volta nell'esultanza, ma XS23 ha comunque fatto vedere il proprio nome al pubblico serbo, che lo ha fischiato ogni qual volta è entrato in possesso palla. In precedenza fermata dal palo sulla bomba mancina di Zivkovic all'11', la selezione di Stojkovic ha ribaltato la situazione in meno di 10 minuti, con Mitrovic e Vlahovic, favoriti entrambi da due insoliti errori di Freuler. Fortunatamente alla pausa siamo arrivati in parità grazie ad Embolo, ben posizionato in area piccola per spingere dentro il cioccolatino di Widmer.

Se il 2-2 è stato il frutto succoso e maturo di una bell'azione, per il 3-2 in avvio di ripresa i nostri si sono messi in modalità "joga bonito": Shaqiri ha scucchiaiato in area per il taglio di Vargas, che di tacco ha appoggiato verso chi? Ma Freuler naturalmente! Liberissimo, l'uomo del destino ha battuto Vanja Milinkovic-Savic di sinistro riportandoci avanti e andando a esultare verso i non tantissimi supporter rossocrociati. La Serbia ha accusato il colpo, faticando a creare nuovi pericoli concreti dalle parti di Kobel, anche perché Akanji e un attentissimo Schär hanno fatto buona guardia. I cambi di Yakin, che finalmente ha inserito anche Zakaria a fare un po' di filtro lì in mezzo insieme a un monumentale capitan Xhaka (unico neo il giallo rimediato al 95'), sono poi stati perfetti per blindare la sfida, tanto che siamo andati più volte vicini a calare il poker, con il quale saremmo addirittura potuti finire primi di gruppo... ma per stavolta può andare bene anche così.

 
 
Condividi