Un'argento coi fiocchi
Un'argento coi fiocchi (Keystone)

"Più di ogni più rosea speranza"

Le neo vicecampionesse olimpiche Belinda Bencic e Viktorija Golubic sono senza parole

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Dopo l'oro in singolare, l'argento nel doppio femminile. È raggiante, ma ancora incredula, Belinda Bencic dopo l'eccellente percorso olimpico: "Spero di non risvegliarmi domani mattina e realizzare che sia solamente un sogno". Nonostante le difficili condizioni climatiche, la rossocrociata ha sempre, o quasi, disputato più match in una giornata. "Era molto molto caldo, la situazione era complicata considerando pure la pianificazione serrata - ha affermato la sangallese ai nostri microfoni. - Essere alle Olimpiadi e lottare per una medaglia rappresentando la Svizzera è però un sogno, e questo credo mi abbia procurato quella motivazione e forza necessarie per esprimere il meglio".

Con Vicky è un'amicizia di lungo corso, ci conosciamo alla perfezione e capiamo le sensazioni reciproche Belinda Bencic

Di fondamentale importanza in ottica doppio femminile, e non solo, il contributo di Viktorija Golubic: "Sono estremamente felice di questa settimana e di essere stata selezionata per i Giochi - ha affermato la zurighese. - Penso ci siamo veramente trovate qui a Tokyo e conquistare una medaglia è molto più di quanto potessimo mai sperare". Sì, perché la 28enne ha ripreso a macinare eccellenti prestazioni dopo un'annata, quella condizionata dalla pandemia, difficoltosa. "Ho lavorato parecchio per crescere, e l'ho fatto con tanta passione e cuore. La corrente stagione è stata pressochè perfetta, spero di poter approfittare di questo slancio per i prossimi impegni... Non vedo l'ora di scoprire cosa regalerà il futuro", ha chiuso Golubic.

 
Condividi