L'aspetto elegante e grintoso della Porsche 911 Targa 4S
L'aspetto elegante e grintoso della Porsche 911 Targa 4S

911 Targa, grinta e tradizione

In listino le versioni 4S con tettuccio pieghevole e trazione integrale di un'intramontabile, classica Porsche

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Caratterizzata da un aspetto slanciato quanto elegante, con il massiccio roll-bar argentato e il lunotto avvolgente, privo di qualsiasi montante, la Targa si distingue dalle altre Porsche 911 pur rimanendo chiaramente un’autentica…911. La carrozzeria chiusa la rende molto simile al coupé ma la possibilità di ripiegare automaticamente in circa 20 secondi la minuscola capote in tessuto (costituita da piastre in magnesio rivestite da materiale fonoassorbente e con la fodera in tessuto resistente e di qualità) permette di guidare all’aria aperta ma con gli stessi standard di sicurezza e isolamento acustico di una carrozzeria chiusa.

Slanciata ed elegante, la 911 Targa 4S offre del resto le stesse sensazioni di una cabriolet, con il vantaggio di contare su vantaggi come il lunotto in vetro stratificato riscaldabile che facilita notevolmente l’uso dell’auto anche d’inverno. Alla guida la Targa 4S mossa dal 6 cilindri boxer di 3,0 litri da 420 CV (e 500 Nm) sa trottare tranquillo nella guida in città, senza sussultare o comunque soffrire come accade per altre supersportive, offrendo però un’accelerazione che t’incolla al sedile non appena si richiama in azione tutta la cavalleria.

Il look della 911 Targa non si discosta dalla 911 tradizionale
Il look della 911 Targa non si discosta dalla 911 tradizionale (Porsche)

La trazione integrale permanente a gestione elettronica unita al cambio sequenziale PDK permette di scaricare a terra al meglio tutta l’energia e di avere una tenuta di strada davvero notevole, ricordandosi tuttavia che non basta per sfidare le leggi della fisica. Nel misto veloce l’auto dà il meglio di sé, rivelandosi agile fra le curve quanto il coupé (pur pesando circa un quintale in più) e molto pronta ai comandi di sterzo, acceleratore e freni – questi ultimi davvero potenti. Le sospensioni sono rigide abbastanza per non far coricare la 911 in curva ma attutiscono bene buche e imperfezioni dell’asfalto.

Un paragrafo per gli impallinati: il nuovo motore turbo boxer dà sensazioni notevoli e non fa rimpiangere troppo il tradizionale aspirato di 3,6 o 3,8 litri. E' un filino diverso il suono rispetto a quello rauco inconfondibile, del 6 cilindri "classico", senza contare che il propulsore nuovo si distingue pure per il sibilo del turbocompressore. Vero è che il livello di prestazioni di base la differenza è relativa e tutto diventa questione di gusto e di "purismo". Si è in pratica di fronte alla stessa situazione vissuta negli anni '90, quando il boxer raffreddato ad aria si estinse con la 993 e cedette il campo al 6 cilindri con raffreddamento ad acqua - il che costituì un dettaglio abissale.

Capace di toccare agilmente (dove si può…) i 300 Km/h e di percorrere in media oltre 11 Km/litro, in Svizzera la 911 Targa 4S è in listino sia con il cambio manuale a 6 marce, sia con il sequenziale PDK; la prima costa 158'500 franchi, mentre il PDK costa 4'280 franchi in più.

Enrico Campioni

Il sofisticato ed ergonomico abitacolo; la chiave è sempre a sinistra
Il sofisticato ed ergonomico abitacolo; la chiave è sempre a sinistra (Porsche)
Condividi