Il look grintoso quanto elegante della Cupra Ateca
Il look grintoso quanto elegante della Cupra Ateca (Seat Media)

Cupra Ateca, grinta conveniente

Test drive - Cupra Ateca 2,0 TSI DSG

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Seat ha ampliato la sua offerta creando un nuovo marchio sportivo, Cupra, che ha già inserito in listino alcuni modelli tra i quali spicca l’Ateca. Derivato dall’omonimo SUV compatto della marca spagnola, adotta il 4 cilindri di 2,0 litri turbo a benzina da 300 CV che è in grado di garantire prestazioni notevoli e una guida decisamente divertente. Del resto sa toccare i 100 orari in appena 5,2” e sfiora i 250 km/h, il che non è affatto male per un’auto di questa categoria.

Il SUV Cupra Ateca è venduto in Svizzera da 48'500 franchi
Il SUV Cupra Ateca è venduto in Svizzera da 48'500 franchi (Seat Media)

La Cupra Ateca, pur non essendo troppo ingombrante (4,38 m) offre ai suoi occupanti una notevole dose di spazio, il che è già un buon risultato considerando che si tratta pur sempre di una vettura sportiva. L’intervento sul modello specifico riguarda del resto vari aspetti come una modalità di guida specifica che migliora la guidabilità su tratti tortuosi, mentre altri interventi hanno riguardato impianto frenante, meccanica e aspetto estetico.

Infatti quest’Ateca si distingue nettamente dalle sorelle Seat, vantando un look (esterno e interno) decisamente più grintoso e fatto di mascherina nera a nido d’ape, finiture in nero lucido delle barre sul tetto, specchietti retrovisori e cornici dei vetri laterali neri, ruote da 19 pollici e fascioni di nuovo disegno con prese d’aria maggiorate. A tutto questo si aggiunge il logo Cupra, le scritte Cupra nei paraurti, l’estrattore d’aria posteriore, le pinze dei freni di ampio diametro e quattro terminali di scarico. Non si vede ma si sente il piacevole suono cupo del 4 cilindri che quando si rallenta genera ...coinvolgenti scoppiettii.

L’abitacolo offre spazio in abbondanza per cinque persone, mentre il posto guida rialzato dà modo di “gestire” la strada al meglio, come sulle altre Ateca. Elementi specifici come i sedili con i fianchertti profilati, i rivestimenti in Alcantara, la pedaliera in alluminio, le cornici delle bocchette d’aerazione nere e i tappetini firmati "Cupra" caratterizzano ulteriormente questo SUV spagnolo. Notevole il volume utile del bagagliaio, che offre 510 litri disponibili con tutti i sedili in uso.

L'interno dell'Ateca più sportiva ha tocchi raffinati, come l'Alcantara e l'alluminio
L'interno dell'Ateca più sportiva ha tocchi raffinati, come l'Alcantara e l'alluminio (Seat Media)

Alla guida basta poco per capire che si tratta di una vettura sportiva “vera” e che non si limita al solo aspetto estetico o ai CV da raccontare al bar. L’assetto rigido consente a questa Ateca di rispondere subito ai comandi di sterzo e gas, inserendosi con precisione nelle traiettorie senza che la carrozzeria si corichi di lato come capita a molti veicoli alti da terra. Al contrario il SUV Cupra genera una piacevole sensazione di motricità e stabilità, pure in virtù della trazione integrale 4Drive.

Tra le modalità di guida figura appunto la Cupra, che “blocca” il 2,0 litri turbo TSI sempre oltre i 2'000 giri e frena i passaggi tra le marce: è una peculiarità che permette d’apprezzare ulteriormente la Cupra Ateca poiché il propulsore, ben assecondato dal cambio DSG a 7 marce, spinge forte dai 2'500 giri e genera energia fino a 4'500 giri, arrivando pure fino a sfiorare i 6'500, “tirando” sulle marce e scatenando uno stupendo “sound” da vero sportivo. E pur avendo tanta cavalleria, con questo propulsore si può viaggiare trottando senza problemi anche nel traffico urbano, in colonna, come in autostrada.

Venduta a un prezzo decisamente competitivo, 48'500 franchi, la Cupra Ateca 2,0 TSI è di certo una magnifica alternativa a SUV ben più costosi e molto meno coinvolgenti.

Enrico Campioni

Condividi