Seguici con
La poesia delle cose dimenticate

Flavio Paolucci

La poesia delle cose dimenticate

Sul basamento in bronzo di una scultura di Paolucci sta scritto: “Il ramo morto fa ancora parte della vita”.
Flavio Paolucci, l’artista, il portavoce del Ticino in Svizzera e in Europa, cammina nel bosco su un letto di foglie secche, si china e raccoglie un ramo. Lo osserva, lo tocca con le mani… Da quel momento diventa “Il ramo”, il protagonista di molte sue opere. Diventa il simbolo di tutte le piccole cose di cui l’uomo, preso dalla frenesia esistenziale, ha dimenticato l’importanza. Paolucci con la sua delicata poetica ci ricorda il ciclo dell’esistenza: dalla terra siamo nati e nella terra ritorneremo… in fondo l’uomo non è davvero più importante di un ramo secco, che dalla terra è nato e terrà diventerà.

Baobab
Lunedì/venerdì 17.00-18.00