La storia della Gioconda con i baffi

Cento anni di Dadaismo

lunedì 25/01/16 14:00 - ultimo aggiornamento: lunedì 25/01/16 16:21

100 anni di Dadaismo da festeggiare e celebrare per tutto il mondo visti l'influenza e l'impatto culturale di questo movimento. 100 anni da festeggiare soprattutto per la Svizzera visto che Hans Arp, Tristan Tzara, Marcel Janco, Richard Huelsenbeck e Hans Richter diedero vita ai Dada in un Caffé di Zurigo nel 1915.

 

L.H.O.O.Q

Oggi vi parliamo di una delle opere più note di uno dei suoi esponenti più celebri: L.H.O.O.Q di Marcel Duchamp, meglio conosciuta come La Gioconda con i baffi.

 

Siamo nel 1919 e il Dadaismo sta entrando nel vivo della sua rivoluzione; il mondo dell'arte ne uscirà profondamente trasformato per l'irrivirenza e l'irruenza dei suoi animatori. Marcel Duchamp fu sicuramente uno dei più spregiudicati e quest'opera ne è la dimostrazione: la Monna Lisa di Leonardo, il quadro più famoso del mondo, pasticciato come avrebbe fatto un bambino.

La prima chiave di lettura è proprio questa. Duchamp si prende gioco dell'opera più nota di Leonardo per rendere tutti consapevoli che fondamentalmente si tratta di un quadro "brutto", soprattutto se paragonato ad altre opere di Da Vinci.

 

Ma c'è di più. L'acronimo L.H.O.O.Q in francese si legge Elle a chaud au cul, lei ha caldo al sedere. Irriverente Marcel Duchamp, lo abbiamo già detto, ma in questo caso addirittura provocatorio; nella sua rilettura della Gioconda, l'artista arriva a suggerire che in realtà la Monna Lisa sia un uomo. Non c'è volgarità nella sua provocazione, ma una semplice analisi "anatomica"; avere il fondoschiena caldo è una particolarità degli individui maschili perché possiedono una buona circolazione periferica. Semplice, esilarante, geniale.

Che poi sia addirittura un autoritratto dello stesso Leonardo?

Una scritta, un paio di baffi e un pizzetto: Marcel Duchamp aveva scritto il "Codice Da Vinci" ben prima di Dan Brown.

Scopri di più sui 100 anni del Dadaismo su:

www.dada-data.net

 

Baobab
Lunedì/venerdì 17.00-18.00

Seguici con