L'allocuzione della presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga

Elogio alla democrazia diretta

La presidente Simonetta Sommaruga paragona la Svizzera ad un mercato cittadino: un luogo in cui tutto il mondo si ritrova

giovedì 01/01/15 12:15 - ultimo aggiornamento: giovedì 01/01/15 22:18

“Cosa rende particolare il nostro paese, cosa forma la nostra identità: le tradizioni, le radici o l’apertura, i legami col mondo e la solidarietà?”, s’è chiesta Simonetta Sommaruga nella tradizionale allocuzione di Capodanno.

“Non c’è una sola risposta, valgono entrambe: le nostre radici sono i legami con il mondo”, ha spiegato la neoeletta presidente della Confederazione, invitando i connazionali a curare sia un aspetto che l’altro.

Il discorso, che s’era aperto con un elogio della democrazia diretta la quale, come il mercato sotto casa, è caratterizzata da familiarità e vicinanza ma che è anche in grado di replicare adeguatamente alle grandi sfide poste dall’era della globalizzazione, s’è chiuso con gli auspici di rito. “L’anno che sta per iniziare non sarà facile, ma può essere un buon anno”, ha affermato la consigliera federale, augurando alla popolazione ogni bene per il 2015.

dg

Dal TG20: