Lo Specchio della Croce, del 1489, con la nota di provenienza dal Bigorio (e-rara.ch)

Dal Cinquecento a internet

Una rara collezione di libri della Biblioteca Salita dei Frati di Lugano è ora pubblicata online

giovedì 25/06/15 13:29 - ultimo aggiornamento: giovedì 25/06/15 13:37

Dalle Costituzioni Cappuccine di Sulzbach (1537) allo Specchio della Croce di Cavalca (1489), passando per il Libro devoto di Caterina da Bologna (1511). Questi e altri i titoli, appartenenti ai fondi antichi della Biblioteca Salita dei Frati di Lugano, che da pochi giorni si possono consultare su internet al sito www.e-rara.ch.

 

Lo ha comunicato oggi, giovedì, l'associazione, che finora ha scelto le edizioni uscite dai torchi dei Luganesi Agnelli per l'inserimento nel progetto gestito dal Politecnico di Zurigo. L'iniziativa ha lo scopo di digitalizzare la produzione libraria svizzera a partire dall’invenzione della stampa a caratteri mobili fino a tutto l’Ottocento.

La raccolta di edizioni, in realtà, ha una storia travagliata e segnata da traslochi, smarrimenti e ritrovamenti. Infatti su uno dei titoli si legge ancora la nota di provenienza del Convento di Bigorio.

RedMM/px

Per saperne di più: la collezione digitalizzata, Il libro "Lo Specchio della Croce", Il raro libro sulle Costituzioni dei Cappuccini

Novità nella cucina RSI: Grilli & Grill

Seguici con