21.02.20212740 visualizzazioni

Pandemia

Ad un anno dal primo caso, cosa sappiamo sul modo in cui il virus è arrivato in Svizzera? I retroscena della crisi, microstorie e dettagli che riscrivono un anno di pandemia.

Il 25 febbraio 2020 la Svizzera registrava il primo caso ufficiale di COVID-19 con un paziente risultato positivo in Ticino. A un anno da quella giornata che preannunciava un cambiamento epocale nelle nostre vite e mentre l'arrivo dei primi vaccini apre nuove prospettive nella lotta al coronavirus, gli autori del documentario propongono una rilettura originale di questa difficile e drammatica annata. Attraverso quali canali il virus è arrivato in Svizzera? In che modo hanno reagito le istituzioni di fronte a una pandemia che già da tempo era stata preannunciata come uno dei pericoli più probabili per il futuro del nostro paese? Quali costi umani e sociali ha generato la COVID? Il documentario svela alcuni retroscena poco noti di questa emergenza sanitaria. Il nuovo virus circolava in Europa già circa quattro mesi prima dell'arrivo in Svizzera: dettagli e retroscena dei primi focolai in Italia e Germania. I primi segnali d'allarme arrivano a Berna con la segnalazione di un bus carico di turisti cinesi in viaggio da Roma a Parigi attraverso le Alpi svizzere. Questi e altri episodi inediti o poco noti accompagnano questa rivisitazione carica di emozioni dell'anno pandemico. Pazienti, operatori sanitari, ricercatori, politici, operatori economici e altri attori coinvolti in ogni angolo della Svizzera nella lunga maratona per sconfiggere il virus, raccontano le loro esperienze lasciando intravvedere una luce di speranza in fondo a questo lungo tunnel nel quale ci siamo infilati a fine febbraio 2020.

Pagina del programma

Ultimi episodi

Più video su questo tema