Di qua gli uni, di là gli altri, ma dopo decenni potrebbe cambiare (keystone)

Cipro federale, passo avanti

Scambio delle mappe, a Ginevra, con le rispettive proposte d'estensione territoriale

mercoledì 11/01/17 23:12 - ultimo aggiornamento: giovedì 12/01/17 14:13

I rappresentanti delle due entità cipriote, attualmente a colloquio a Ginevra, hanno compiuto un passo importante verso la costituzione di uno Stato federale: per la prima volta da quando l'isola è divisa, ovvero da più di 40 anni, le parti si sono scambiate le rispettive proposte d'estensione territoriale.

Erano presenti i presidenti, il greco-cipriota Nicos Anastasiades e il turco-cipriota Mustapha Akinci, l'emissario delle Nazioni Unite Espen Barth Eide e un cartografo per ciascuna comunità.

Le divergenze, com'era emerso negli incontri preparatori tenutisi alcune settimane fa nel canton Vaud, concernono l'1% appena della superficie del paese. I "greci" chiedono che ai "turchi" sia assegnato il 28,2% del totale, mentre il fronte opposto ne vorrebbe il 29,2%; oggetto di discussione è, ovviamente, pure il tracciato del confine.

ATS/dg

Dal TG12.30:

 

Seguici con