Preservare le terre a nord - di Paola Rosà e Antonio Senter

Occorre imparare dal fiume

La salvaguardia del territorio è un'esperienza per i figli dei coloni che vanno... a scuola d'ambiente - Kispiox Rever (3)

domenica 19/03/17 07:48 - ultimo aggiornamento: venerdì 07/04/17 11:46

Torniamo in British Columbia. Qui, lungo il fiume Kispiox, non lontano da Hazelton, mille chilometri in linea d'aria a nord di Vancouver, i figli dei discendenti dei coloni vanno a scuola di ambiente.

“La gente qui impara ad amare il fiume solo se lo conosce, solo se non ne ha paura”, spiega Joy Allen che organizza settimane di formazione per ragazzini e ragazzine. Amare il fiume significa difenderlo dai gasdotti che lo dovrebbero attraversare secondo i piani del governo provinciale approvati dal primo ministro Trudeau. “Qui turisti da tutto il mondo vengono per pescare la trota e le diverse specie di salmone che risalgono il Kispiox – spiega ancora Joy – . Se perdiamo questa natura, perderemo anche la nostra economia”.

La natura è quasi intonsa per centinaia di chilometri. In molte zone si procede solo a piedi o a cavallo. Si incontrano capre di montagna, orsi grizzly e orsi bruni, e anche dall'Europa si arriva per fare eliski ed escursioni. Ai ragazzi, figli dei turisti ma anche dei residenti del paese, bianchi e nativi, si insegna soprattutto la fiducia, in se stessi e negli altri; ci sono giochi di ruolo, cacce al tesoro, salvataggi simulati, tuffi e battaglie in acqua. Ci sono lezioni di equitazione e di cucina, si impasta il pane e si raccolgono frutti di bosco: “Molti dei nostri amici lavorano per le compagnie petrolifere che qui in British Columbia danno lavoro a migliaia di persone, ma questo non significa che non bisogna cercare di difendere il delicato equilibrio di queste zone. E noi cerchiamo di farlo con l'istruzione”.

Paola Rosà

Odorini da non perdere nella cucina RSI: Grilli & Grill

Seguici con