Alla Stramassagno (Facebook)

Domenica ad Ascona terza edizione All4All

"Siamo un gruppo di amici amanti della corsa che vogliono aiutare"

venerdì 16/12/16 09:59 - ultimo aggiornamento: venerdì 16/12/16 09:59

Tra due giorni ad Ascona, nella cornice della Corsa da Natal, andrà in scena la terza edizione All4All, un progetto dedicato a sostenere coloro che vorrebbero disputare una corsa o una gara podistica ma non possono a causa di una qualche disabilità. Creato due anni fa da Sara Roiter, ha permesso a numerosi disabili di superare le proprie difficoltà grazie al contributo di vari volontari, resisi disponibili nello spingere le carrozzine e nell'assistere i partecipanti in differenti manifestazioni.

Sara partiamo dal principio, cos'è All4All?

"All4All è un gruppo di amici amanti della corsa e dello sport che fanno maratone, mezze maratone o altri tipi di gare. Sono persone che già in passato hanno spinto delle carrozzine in queste manifestazioni e hanno questa idea della corsa per tutti".

Da dove e quando è nata la tua idea?

"È nata due anni fa alla Stralugano quando al traguardo ho notato un bambino sulla sedia a rotelle, che probabilmente stava aspettando qualcuno e aveva gli occhi che dicevano mi piacerebbe ma non posso e ciò mi ha molto emozionato".

Siete già alla terza edizione, come sono andate le due precedenti?

"La prima si è svolta a Lugano nella quale abbiamo avuto ospiti due atleti olimpionici ed è andata molto bene. La seconda è stata alla Stramassagno e in questa sono stati i sindaci di alcuni paesi a spingere le carrozzine e si sono divertiti tutti moltissimo".

Per quanto riguarda la raccolta fondi ci puoi dire qualcosa a riguardo della Lomo 360?

"Molti terreni sui quali si svolgono queste corse in Ticino presentano delle irregolarità ed è facile ad esempio ribaltarsi sul pavé se si incastra una ruota. Abbiamo dunque deciso di raccogliere fondi per comprare queste due ruotone, le Lomo 360 che servono a prevenire questo rischio. Al momento le abbiamo comprate per due carrozzine e domenica sarà possibile provarle".

Parliamo ora dell'evento di domenica 18 dicembre ad Ascona, in cosa consisterà di preciso?

"I ragazzi arriveranno presto per prepararsi e poi si partirà alle 11h30. Saranno percorsi 1.5 km e si arriverà al traguardo tutti insieme. Visto però che per molti dei partecipanti sarà la prima esperienza in una corsa abbiamo deciso di renderla il più formale possibile con la consegna di microchip e medaglie. Al termine dell'evento offriremo vin brulé, cioccolata e panettone. Avremo sicuramente come ospiti il ct della Nazionale italiana di ciclismo Davide Cassani, il pilota Roberto Rolfo e la scrittrice Maria Cristina Savoldi. Alex Zanardi invece è in forse".

Avete già dei programmi per il futuro dopo la terza edizione prevista domenica?

"Saremo sicuramente alla Stralugano e nuovamente alla Stramassagno. Abbiamo poi deciso di creare un calendario online in modo che quando qualcuno vuole partecipare ad una qualsiasi gara lo comunica e può trovare una persona disposta ad accompagnarlo e assisterlo. Inoltre stiamo provando a creare una squadra per la maratona di New York ma è un progetto ancora tutto in divenire".

80 anni di Ambrì Piotta, serata speciale RSI

Seguici con