Nicola Bignotti col nuovo allenatore (Ti-Press)

Chiasso si prepara a ballare la Sivigliana

Per i rossoblù uno staff giovanissimo guidato dal 28enne Abascal

lunedì 19/06/17 13:51 - ultimo aggiornamento: lunedì 19/06/17 16:19

Di Marcello Ierace

Sono giovani, spagnoli e hanno le idee molto chiare i nuovi uomini che hanno preso (sportivamente) in mano il Chiasso in vista del prossimo campionato di Challenge League. A guidare questo terzetto c'è, come già annunciato, Guillermo Abascal, arrivato dalla "cantera" del Siviglia e che nella cittadina di confine vivrà la sua prima esperienza a capo di una squadra professionistica. Solo 28 anni all'anagrafe (e quindi, con ogni probabilità, il più giovane tecnico su una panchina delle due principali leghe elvetiche), sarà affiancato nel suo operato dal 34enne basco Mikel Llorente - nessuna parentela con l'ex attaccante juventino - che già ha lavorato con la Real Sociedad. A completare il trio Carlos Valle, preparatore atletico, pure in arrivo da Siviglia e con alle spalle anche una collaborazione con la Federazione francese.

Ma come si è sviluppato questo legame tra Chiasso e la Spagna? "Il tutto è nato qualche tempo fa, dopo che un dirigente del Siviglia era stato qui a Chiasso - ha spiegato in conferenza stampa il direttore generale Nicola Bignotti - Ci parlò del mister come un tecnico molto considerato. Poi Abascal è venuto a Chiasso un paio di volte sul finire della scorsa stagione e si è fatto un'idea molto chiara del nostro progetto". Un progetto che, ha voluto sottolineare ancora una volta Bignotti, "punta come primo obiettivo alla valorizzazione dei giovani, confermando però la nostra presenza nell'élite calcistica svizzera". E in questo contesto è apparsa subito ideale una figura come quella del giovane allenatore iberico, uno che per sua stessa ammissione punta forte su un sistema di gioco estremamente organizzato. Una collaborazione, quella tra il club spagnolo e quello momò, che potrebbe avere degli sviluppi futuri, ma che attualmente si ferma qui. "Abbiamo certamente aperto una porta in più per il mercato, ma questo non significa che arriveranno anche dei giocatori da Siviglia o da altre squadre spagnole", ha spiegato il dirigente chiassese.

Giovani in panchina e anche (e soprattutto) in campo. La futura rosa rossoblù sarà infatti composta prettamente da ragazzi poco più che ventenni, molti anche più giovani. Un gruppo che verrà integrato da due o tre uomini di esperienza: ma nomi ancora, in questo senso, non se ne fanno. I sicuri volti nuovi sono invece Moussa Soumaré, 19enne terzino in arrivo dalla Virtus Bergamo (Serie D), i due attaccanti di proprietà della Juventus Alhassane Soumah (21 anni dal Cercle Bruges) e King Udoh (19 anni dal Pontedera, Lega Pro), i due ex del Le Mont, il 22enne terzino Jetmir Krasniqi e il 23enne portiere Anthony Mossi, l'ex Locarno e Bellinzona Mate Bilonovac, il 21enne difensore centrale Dusan Cvetkovic dal Lugano e il 20enne centrocampista Dorian Charlier dal Caen (Ligue 1). Un gruppo che arriverà a contare circa 27-28 elementi ma che, come ha spiegato sempre Bignotti, "verrà sfoltito in vista del ritiro che faremo nelle prossime settimane in Toscana".

 

Una domenica Sottosopra in prima serata alla RSI

Seguici con