set 6

Incontro con Francesco Piemontesi: anteprima del documentario Les Années de Pèlerinage

Venerdì, 6 settembre 2019, PalaCinema, Locarno

Prenota
Vedi mappa
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La Radiotelevisione svizzera e le Settimane Musicali di Ascona sono liete di annunciare un incontro con Francesco Piemontesi nel quale si terrà la proiezione in anterpima del docu recital

Les Années de Pèlerinage
Deuxième Année - Italie 

venerdì 6 settembre ore 20.30 al Palacinema (Sala 3) di Locarno.

Ingresso gratuito. I Posti sono limitati, è raccomandata l’iscrizione.

CLICCA QUI PER ISCRIVERMI

 

Dopo la prima raccolta (gli Anni svizzeri diretti da Bruno Monsaingeon) Francesco Piemontesi torna agli Années de pèlerinage di Franz Liszt per gli Anni italiani. Suggestive le immagini del docu-recital raccolte dalla regista Roberta Pedrini tra Roma, Firenze, Milano e il Lago di Como per la Produzione diretta da Giovanni Conti.

Les Années de pèlerinage, fin dalla loro prima redazione negli anni 1835-39, rivestono l’aspetto lirico, poetico del compositore ungherese, quello nel cui ambito egli iniziò praticamente a elaborare la propria rivoluzionaria concezione romantica del suono. Egli si poneva da un lato all’avanguardia del virtuosismo romantico, dall’altro creando le premesse per ulteriori approfondimenti in campo creativo, quando quel virtuosismo cederà il passo a più nobili ricerche espressive e formali. Per la letteratura romantica pellegrinaggio può significare, più che un viaggio di devozione, la ricerca di qualcosa di nuovo, di più grande e più libero, di nuove ispirazioni; anche per Liszt fu il desiderio di unire all’esperienza musicale le esperienze dell’anima, l’ispirazione resa fertile da emozioni paesaggistiche, letterarie, artistiche, mistiche. Celebrata la natura svizzera col primo ciclo, nel secondo Liszt celebra la letteratura e l’arte italiana, curando maggiormente la struttura del ciclo e la sua progressiva intensità. Tutti elementi messi magistralmente in risalto da Francesco Piemontesi nella sua profonda interpretazione, emotivamente pregnante che le immagini del documentario realizzato dalla Radiotelevisione svizzera esalta, racconta e immortala nella sua unicità.

Tutti i dettagli alla pagina dell'evento.

Per ulteriori informazioni, scrivere all'indirizzo eventi@rsi.ch

Qui sotto si può trovare il volantino della serata.

 

Fotografia © Marco Borggreve