Assicurati, ma non rimborsati / Epatite C, farmaci a peso d'oro / Energy drinks

Settimanale di inchiesta e informazione sui diritti dei cittadini e dei consumatori www.rsi/pattichiari A cura di Lorenzo Mammone

Assicurati, ma non rimborsati / Epatite C, farmaci a peso d'oro / Energy drinks

Puntata del 6.05.2016

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Che cosa succede se non si paga un premio assicurativo? Richiami, diffide e precetti esecutivi. E quando è l'assicurazione invece a non pagare? Spesso, è l'inizio di una battaglia. Combattuta a suon di telefonate e di lettere. E oltre alla polizza, spesso ci tocca pagare anche l'avvocato.

Ne sanno qualcosa le protagoniste dell'inchiesta di Patti chiari. Tre storie assicurative. Un unico sentimento di ingiustizia e... di rabbia, come quello di Patricia. La sua vicenda inizia tre anni fa, quando è rimasta ferita in un incidente. Da quel giorno, soffre di emicranie e vertigini. Prende antidepressivi. E' tutto accertato, ci sono i referti medici. Ma indovinate un po' cosa le ha risposto l'assicurazione?

Cambiano le storie ma non le assicurazioni. Il caso vuole che i tre casi raccontati da Patti chiari , nel servizio di Gianluca Monnier e Elia Regazzi, coinvolgano soltanto due compagnie assicurative. Una è la più grande al mondo. Con più di 100 milioni di clienti. L'altra, è la principale assicurazione svizzera, 18.esima al livello mondiale, una compagnia che chiude i conti sempre in attivo. E si parla di più di 400 miliardi di franchi.

Insomma, i soldi ci sono, ma non per le persone che hanno raccontato le loro storie. E quando l'assicurazione non paga... arriva Patti chiari.

La cura c'è ma costa troppo

C’è una malattia che può avere conseguenze gravissime: è l’epatite C e può portare anche al cancro o alla morte. C’è una nuova terapia che può guarire completamente chi è affetto da questo virus: funziona in 9 casi su 10 e non ha effetti collaterali rilevanti. Tutto bene, quindi. O no? La buona notizia, infatti, non è per tutti: perché la Gilead, la società farmaceutica americana che ha messo sul mercato questi nuovi farmaci, è ben cosciente di quanto siano importanti per chi è malato e per la salute pubblica. E ha pensato bene di spremere al massimo le assicurazioni malattia per massimizzare i profitti: così acquistare i nuovi farmaci Sovaldi e Haroni per portare a termine la terapia di 12 settimane costa tra 48mila e 50mila franchi: un vero salasso!

Per questa ragione, l’Ufficio federale della sanità pubblica raziona le terapie: solo i malati con un’epatite C a uno stadio più avanzato hanno diritto alla cura. Per gli altri, bisogna aspettare… un aggravamento della malattia, altrimenti la cassa malati non sborsa un centesimo. Ma come è possibile?

Quando energia fa rima con caloria

Energizzanti, rinfrescanti e capaci di far superare ogni limite: sono le promesse degli “energy drinks”, una vera moda tra i giovanissimi che sperano di migliorare con un sorso le loro performances sociali e sportive. Ma cosa contengono queste bevande? E, soprattutto, sono sane? Un test su 12 “drink energetici” svela cosa c’è dentro queste scintillanti lattine: un cocktail di zuccheri, caffeina, acidulanti e additivi… insomma, decisamente non un toccasana per la salute… a essere performanti, in questo caso, ci sembra siano stati gli esperti di marketing…

Condividi