Casco dalla bici

Puntata del 22.04 - Due turisti, due e-bike e una sorpresa. Appena attraversata la frontiera le loro bici sono state sequestrate e i due malcapitati multati. La colpa? Del casco

martedì 12/04/16 10:56 - ultimo aggiornamento: venerdì 22/04/16 23:45

Probabilmente a nessuno verrebbe in mente di usare un casco da moto su una bici elettrica in Svizzera. Eppure, basta fare due pedalate fino in Italia e il casco da moto sulle e-bike a 45 km/h diventa…obbligatorio! Pena non solo la multa, ma addirittura la confisca della bici per ben due mesi.

La disavventura è capitata a due turisti svizzero-tedeschi in gita pasquale a Verbania. La coppia viaggiava con tanto di casco da bici omologato. Patti chiari li ha incontrati: multati, sono tornati in Svizzera, ma lo Stato italiano si è trattenuto le biciclette per 60 giorni.

E oltre alla multa, chi sgarra deve pagare anche le spese di custodia dei veicoli per tutta la durata della confisca. Patti chiari è andato dalla polizia di Verbania e ha scoperto che quando in Italia si guidano bici elettriche che vanno oltre i 25 chilometri all’ora, bisogna indossare un casco da moto (leggete bene anche questo articolo del TCS) -. E per chi non rispetta la norma le conseguenze possono essere pesantissime.

E in Ticino? I negozianti di bici elettriche conoscono queste norme? E informano i loro acquirenti, ma soprattutto i numerosi ciclisti che utilizzano le bici elettriche sono al corrente di cosa rischiano quando attraversano la frontiera? Patti chiari ha constatato che c’è ancora da pedalare.

 

Ogni venerdì in prima serata, Patti chiari

In onda
  • LU
  • MA
  • ME
  • GI
  • VE
  • SA
  • DO
21:10
Seguici con