Il caos delle mascherine

Sono vendute come sicure ma spesso non rispettano le norme né proteggono dal virus

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le mascherine contro il COVID 19 si acquistano controllando le informazioni sulla confezione. Devono essere certificate CE e a seconda della tipologia si ottiene un diverso grado di protezione. Semplice no?

L'inchiesta svolta dai colleghi di Kassensturz dimostra che non è così. In una giungla di dichiarazioni di tutti i tipi, emerge un dato sconfortante: le indicazioni ingannevoli sulle confezioni spuntano come funghi. Sugli scaffali dei negozi si scoprono mascherine igieniche vendute come sicure ma che in realtà proteggono solo da smog e polveri fini.

A complicare la situazione ci si è messa anche la Confederazione, che ha importato dalla Cina mascherine non conformi. E non poche: sono ben 18 milioni! Molte tuttora in circolazione.

Per saperne di più, vi proponiamo qui il servizio realizzato dai colleghi di Kassensturz, sottotitolato in italiano.

Il caos delle mascherine

Il caos delle mascherine

Servizio di Kassensturz (SRF) sottotitolato in italiano

Condividi